CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

C’è l’identikit dopo le ossa di Cernobbio: è una donna africana

Più informazioni su

Il volto è stato ricostruito dagli esperti del Laboratorio di antropologia forense di Milano. Ma non ci sono le generalità. Incerte anche le cause dalla morte. La Procura indaga per istigazione al suicidio.

Una donna africana, età compresa tra i 37 ed i 52 anni, peso non valutabile, altezza 1,60 circa. Tratti della razza negroide. Dopo un anno dal ritrovamento delle ossa in zona isolata di piazza Santo Stefano a Cernobbio, ecco la svolta. Arrivata nelle ultime ore dal Laboratorio di antropologia forense di Milano che, in base ai pochi elementi raccolti, ha ricostruito il probabile volto della vittima nella speranza – finora vana – di dare un nome alla donna. Per lei anche, come riporta il sito ufficiale del Laboratorio diretto da Cristina Cattaneo, treccine con punta rossastra ed un fermacapelli di elastici e pailettes rosa e bianche (ritrovato sul posto dai carabinieri assieme a poche ossa sul posto). Manca ancora la certezza sulle cause del decesso: potrebbe essere stata aggredita ed uccisa, ma potrebbe anche essere morta di freddo in zona. La Procura di Como ha ancora aperto un fascicolo con l'ipotesi di reato di istigazione al suicidio.

Più informazioni su