CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

“Pastiglie per uso personale”, il giudice non gli crede: è in cella

Più informazioni su

Questa la spiegazione fornita dal 41enne romano arrestato dalla Guardia di finanza e dai funzionari alla dogana di Brogeda. Nella sua auto ecstasy e pure altre sostanze vietate. Resta al Bassone.

“Sono per uso personale”. Una giustificazione che il giudice ha ritenuto evidentemente poco credibile quando oggi ha interrogato l’uomo finito in carcere per il possesso di 300 pastiglie di ecstasy. Il Gip di Como Nicoletta Cremona alla fine, lo ha lasciato in carcere con l’accusa di detenzione e fini di spaccio di droga. Protagonista G.C. un 41enne originario di Trapani, di fatto residente a Roma, arrestato al valico di Brogeda mentre transitava con la sua auto: nel bracciolo della sua vettura 300 pastiglie di stupefacente ed altre sostanze vietate.

Più informazioni su