CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Blevio, spari al vicino: domani interrogatorio davanti al giudice

Più informazioni su

Davide Mantovani viene interrogato al Bassone in mattinata. Per il Pm di turno deve restare in cella per il suo gesto. IL ferito, 48enne, giudicato fuori pericolo dai sanitari: prognosi di 30 giorni.

Duplice accusa con contestuale richiesta di convalida del fermo e custodia cautelare in carcere. Il Pm di turno in Procura a Como, Giuseppe Rose, ha chiesto al giudice Maria Luisa Lo Gatto di lasciare in cella il 63enne milanese, con casa a Blevio, Davide Mantovani, arrestato ieri dalla polizia dopo aver ferito con un fucile il vicino di casa. Tentato omicidio aggravato dai futili motivi e porto abusivo di arma le accuse. L'uomo, infatti, è risultato avere si l'autorizzazione a tenere armi, ma solo a Milano, non nella casa di Blevio dove ieri ha sparato al vicino dopo un litigio per il danno ad una rete di recinzione della sua proprietà.

Il fucile da caccia, calibro 12, è stato fatto trovare da Mantovani agli agenti dopo diverse ore di ricerche: era all'esterno della casa ed è stato sequestrato. Nell'abitazione anche una carabina. Nella sua casa di Milano – regolarmente detenuti – altri due fucili ed una pistola. Mantovani viene interrogato domattina al Bassone dal giudice Lo Gatto, chiamata a decidere se lasciarlo in cella come chiede la Procura oppure trovare una misura alternativa. Il ferito, Patrizio Melluso, 48 anni, è intanto fuori pericolo. Operato all'ospedale Sant'Anna per i pallini che gli si sono conficcati all'addome ed alle gambe, per lui prognosi di 30 giorni.

Più informazioni su