CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il Como perde Filippini e Salvi, ma ora trova una nuova offerta

Più informazioni su

E' quellla formulata da un gruppo di imprenditori romani rappresentati dall'avvocato Antonio Stinà. Pochi giorni a Rivetti per decidere se cedere tutto oppure rifiutare. Per l'attaccante il giudice ha deciso due giornate di stop. Natale caldo in casa Como. Perchè la sensazione è che tutto il futuro o quasi del club si gioca in questi giorni di feste. Una cordata romana, rappresentata dall'avvocato Antonio Stinà – in questi giorni sul Lario – ha formalizzato al commercialista Paolo Lanzare una offerta per rilevare il club lariano interamente. "Offerta concreta e vantaggiosa" precisano dal gruppo romano. Con una scadenza anche ben precisa per avere un si o un no da parte di Amilnacre Rivetti, il presidente ed attuale detentore del pacchetto di maggioranza: 7 giorni di tempo per decidere.Prendere o lasciare. Stando alle indiscrezioni, sembra che dietro il gruppo romano ci sia la "lunga mano" dell'ex numero uno Antonio Di Bari che, in questo modo, ritornerebbe in sella alla società. Tutto da verificare, però. Anche la concretezza di questa offerta arrivata nelle ultime ore. Natale decisivo per decidere chi guiderà il Como nel futuro. Rivetti o altri ?

Intanto il giudice sportivo nelle ultime ore ha squalificato per due giornate Antonio Filippini, l'attaccante azzurro espulso domenica nel finale di partita a Terni per proteste verso l'arbitro ed una pesante imprecazione. Che lui sostiene essere stata rivolta a sè stesso, ma il direttore di gara l'ha interpretata in modo differente, Filippini, dunque, salterà la prima di ritorno a Vercelli e quella successiva in casa. Niente Vercelli anche per Stefano Salvi, fermato dal giudice per somma di ammonizioni per un turno.

Più informazioni su