CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Blitz della Finanza contro gli evasori: sequestrata villa a Como

Più informazioni su

Sigilli ad una proprietà immobiliare di via Torno. Poi bloccati conti correnti, titoli e diversi automezzi per complessivi 26 milioni di euro. Applicata una ormativa che permette di bloccare ogni bene dell'indagato.

Una maxi-operazione contro l'evasione è stata portata a termine questa mattina dalla Gdf di Como con il sequestro di beni e conti correnti nei confronti di 46 persone indagate nel corso della lunga indagine durata 3 anni. L'operazione riguarda non solo il Lario, ma anche altre province vicine: bloccate case, conti correnti e titoli, come pure nove automezzi per un valore complessivo di 26 milioni di euro. In provincia è finita sotto sequestro una villa in via Torno a Como di proprietà di una società bergamasca. E' stato applicato il cosidetto sequestro per equivalente: possono essere bloccati beni anche non direttamente connessi all'evasione, ma riferibili all'indagato. In caso di condanna, gli stessi vengono confiscati dallo Stato.

Indagini lunghe, come detto, da parte delle fiamme gialle lariane: hanno evidenziato anche 12 aziende del tutto sconosciute al fisco con i rispettivi legali rappresentanti considerati evasori totali. Nessuna è comasca. L'accusa è di far parte di una organizzazione internazionale che emetteva migliaia di false fatture per prodotti elettronici, acquistati senza Iva in quanto provenienti dall'Unione Europea e poi ceduti ad operatori nazionali senza che la stessa venisse “ricaricata” come previsto dalla legge. Complessivamente l'evasione accertata è di oltre 300 milioni di euro con fatture false per 184. Raggirate, con questo sistema, anche banche e finanziarie.

Più informazioni su