CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

La Diocesi di Como ancora in festa: anche Nicolò Rusca beato

Più informazioni su

L'annuncio è arrivato dal Vaticano ed è stato accolto con grande gioia dal vescovo Coletti. Era stato ordinato sacerdote nel 1587, poi la sua attività tra il Ticino e la Valtellina. Morto dopo tante sofferenze. Don Guanella ad ottobre. Ora la Diocesi di Como festeggia un altro beato: Nicolò Rusca, infatti, presto verrà nominato con cerimonia ufficiale dopo che ieri il Vaticano – e Papa Benedetto XVI -hanno autorizzato la Congregazione delle cause dei santi a promulgare il decreto alla sua beatificazione. Un annuncio accolto con gioia dalla Diocesi lariana e dal vescovo Coletti, a pochi mesi dalla festa per don Guanella. Nicolò Rusca, ordinato sacerdote dall'allora vescovo Gianantonio Volpi nel 1587, ha vissuto una vita in prima linea. Portando bontà e vangelo in giro per il Ticino – dove ha inizialmente svolto il suo mandato – e la Valtellina, entrambe zone sotto la Diocesi di Como in quei tempi. Rusca si è opposto con forza alla riforma protestante in Valtellina tanto da essere arrestato e portato in carcere a Coira nel Canton Grigioni. Si è sempre dichiarato innocente anche se poi sottoposto a torture che lo hanno portato alla morte. I suoi resti sono rientrati in Italia nel 1845, prima in Valtellina e poi trasferiti nella chiesa dei santi Gervasio e Protasio dove tuttora si trovano oggi. Data della beatificazione ancora da fissare.

Più informazioni su