CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Pazzesco record, il Lario capitale dei giochi: 1.880 euro a testa

Più informazioni su

Tanto è stato speso, per ogni residente, secondo i dati ufficiali di Agipronews. Le slot sono le più gettonate da chi tenta la fortuna, poi ci sono lotto, superenalotto e gratta&vinci. E dire che c'è la crisi… Nel 2011 la spesa pro capite di ogni comasco per tentare la fortuna ai vari giochi (legali) è stata di 1.880 euro. Una cifra pazzesca, ma fornita dall'agenzia ufficiale Agipronews in base al numero di giocate e vincite realizzate in questi 12 mesi sul Lario. La nostra provincia è la seconda per ordine di giocate pro-capite. Davanti c'è solo Pavia con 2.890. Terzo posto per Teramo con 1.860. Staccati i grandi centri urbani. Insomma, sul lario anche se c'è crisi si continua a giocare. E tentare la sorte con ogni mezzo possibile. E da Agipro arriva anche la conferma che le slot sono le piùutilizzate: raccolti, sempre in provincia, ben 833 milioni di euro in quest'anno per una spesa procapite – in relazione al numero di residenti – di 1.510 euro. Anche qui la classifica è guidata da Pavia, autentica culla del gioco. I comaschi preferiscono poi lotto, superenalotto e gratta&vinci nell'ordine. Anche qui in fumo decine di migliaia di euro ogni settimana.

Più informazioni su