CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Passa il decreto svuota-carceri: ora meno detenuti al Bassone

Più informazioni su

La struttura di Albate da sempre ha un cronico sovraffollamento nella sezione maschile. Ai domiciliari chi deve scontare reati non gravi con basso residuo pena. Niente braccialetto, ma il "periodo di prova".

Anche il carcere del Bassone potrebbe svuotarsi molto presto. E' l'effetto del decreto legge presentato dasl Ministero della giustizia Paola Severino ed approvato oggi dal Consiglio dei Ministri. Tra i provvedimenti previsti, trattenere nelle camere di sicurezza di polizia e carabinieri, anziché mandarli in cella, gli arrestati che devono affrontare un processo per direttissima il giorno dopo. Aumenteranno gli arresti domiciliari. Altri lasceranno le carceri e godranno della cosiddetta "messa in prova" finora riservata ai minorenni. Diversi detenuti lasceranno il Bassone già nei prossimi giorni: si tratta di chi è stato condannato per i reati meno gravi e ai quali restano da scontare meno di diciotto mesi: potranno scontare la pena residua agli arresti domiciliari.

Non ci sarà il braccialetto elettronico, ma il governo non rinuncia a introdurlo successivamente, dopo ulteriori valutazioni costi-benefici. Altre misure saranno prese, ma su questo punto mancano ancora i dettagli, per evitare la permanenza in carcere per un massimo di tre giorni. Al Bassone di Albate il sovraffollamento è ormai una costante da anni, in particolare nella sezione maschile. Il decreto varato oggi, per molti un indulto-bis, potrebbe aiutare in parte a riportare la presenza di detenuti a livelli più accettabili

Più informazioni su