CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

In pensione il giudice del primo ergastolo ai coniugi Romano

Più informazioni su

Lascia la magistratyura dopo 42 anni di servizio Alessandro Bianchi. Nel novembre del 2008, dopo un lungo processo ed un assalto mediatico notevole, aveva pronunciato la sentenza per Olindo e Rosa. Il commiato dai colleghi.

“Sono più commosso oggi che altre volte che sono stato in quest'aula…”. L'ammissione di Alessandro Bianchi svela tutta la sua emozione in Corte di Assise a Como della quale è stato presidente per tanti anni. E' stato lui, nel novembre del 2008, a leggere la prima sentenza di condanna all'ergastolo ad Olindo Romano e Rosa Bazzi al termine del lungo e difficile processo per la strage di Erba. Non solo i coniugi Romano, ma Bianchi ha giudicato davvero tanti casi nella sua lunga permanenza in Assise. Negli ultimi due anni era passato a fare il Gip. Ed oggi il commiato, con diverse battute a ruota libera, da colleghi e personale amministrativo in Tribunale a Como. Bianchi, 68 anni, da 42 in servizio in magistratura, ha ringraziato tutti. Da chi ha lavorato al suo fianco a chi lo ha avuto come “rivale”. Gli avvocati, ad esempio, ai quali ha detto nel suo breve discorso – ho sempre lasciato aperta la porta del mio ufficio. Indubbiamente il suo nome resterà legato al primo dibattimento per la strage di Erba che ha condotto con grande professionalità da inizio alla sentenza. Ed oggi, vedendo l'aula dove si è svolto quel dibattimento così gremita di persone, per un attimo ha pensato di essere tornato indietro all'epoca di fotografi e telecamere. Un vero assedio mediatico. Ora per lui la pensione:”Anche perchè dopo tanti anni – ha concluso – ero davvero stanco di dover decidere sulla libertà personale di tante persone…”.

Più informazioni su