CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Como diventa un pò più europea, arriva il servizio bike sharing

Più informazioni su

La giunta dice si alla proposta di Stefano Molinari. Ora le stazioni da realizzare in città per allinearsi alle grandi metropoli del continente. Non chiariti i tempi, già fissate le tariffe da applicare agli utenti.

Nel corso della consueta riunione settimanale, la giunta di Como ha approvato, l’avvio di un servizio di bike-sharing per la città di Como. “La ritengo una scelta importante per allinearsi alle città europee – commenta l'assessore alla viabilità Stefano Molinari che l'ha proposta -. Una scelta che è anche nell’ottica della valorizzazione del trasporto pubblico e del miglioramento della qualità ambientale”. Il progetto, nell’ambito di un sistema integrato di interventi per la mobilità sostenibile che ha beneficiato di un contributo di 115mila euro dalla Fondazione Cariplo, è stato predisposto sulla base degli studi effettuati da Poliedra (Centri di conoscenza e formazione del Politecnico di Milano), da Polinomia (società di ingegneria dei trasporti e matematica applicata) e dal Settore Mobilità di Palazzo Cernezzi, che hanno analizzato i sistemi esistenti, identificato i fornitori, individuato i possibili scenari di attivazione del servizio, compiuto un’analisi di fattibilità economica e definito il capitolato tecnico per l’avvio del servizio bike sharing per Como. In questa prima fase verranno realizzate un minimo di sette stazioni, 90 cicloposteggi e messe a disposizione almeno 70 biciclette.

Le stazioni saranno in piazzale San Gottardo, piazzale Gerbetto, piazza De Gasperi (stazione funicolare), piazza Cavour, via Bertinelli-via Perti (per la vicinanza al Comune di Como e all’autosilo Valduce), via Sant’Abbondio (in corrispondenza della facoltà di Giurisprudenza dell’Università dell’Insubria) e piazza Vittoria (area in prossimità dell’autosilo di via Auguadri, del Tribunale, dell’area mercatale e fermata del trasporto pubblico. Per l’avvio di tale servizio il Settore mobilità del Comune di Como ha previsto uno stanziamento di 230.600 euro. Per quanto riguarda gli utenti, sono state previste le seguenti tariffe (comprensive di assicurazione per responsabilità civile): quota fissa annuale di 35 euro, mensile di 10 euro, settimanale di 5 euro, giornaliero di 3 euro, quota a tempo di 50 centesimi ogni mezz’ora (con la prima mezz’ora di utilizzo gratuita). Le offerte saranno valutate con il criterio dell’offerta più economicamente vantaggiosa, prendendo in considerazione aspetti tecnici rilevanti inerenti le caratteristiche funzionali, estetiche e gestionali dell’intero sistema proposto. I tempi, però, per la realizzazione ancora tutti da definire.

Più informazioni su