CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il vino comasco fa un passo in avanti: ora è Igt “Terre lariane”

Più informazioni su

Oggi firmato un protocollo di intesa con la Regione Lombardia per sviluppare ulteriormente il prodotto: aderiscono complessivamente 12 aziende con circa 130 piccoli produttori. Il ruolo importante dei giovani.

L'IGT Terre Lariane è stata riconosciuta nel 2008 dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali sulla base di un disciplinare che prevede come zona di produzione delle uve i territori di Como e di Lecco. "La crescita della vitivinicoltura lariana – ha detto l'assessore regionale all'Agricoltura Giulio De Capitani dopo la firma del documento – è affidata alle promettenti cure di giovani e determinati agricoltori, che, in pochi anni, hanno trasformato in realtà imprenditoriale i vigneti rimasti a testimonianza di un'antica vocazione del territorio. Firmando il protocollo d'intesa Regione Lombardia vuole ancora una volta sostenere concretamente l'impegno dei giovani in agricoltura e premiare il valore culturale, turistico e paesaggistico di questa operazione".

Cuore del progetto sono infatti un recupero, sostenibile e filologicamente coerente delle antiche tradizioni viticole della zona lariana e la volontà espressa dai soci del Consorzio IGT Terre Lariane di aderire a un progetto di sviluppo più ragionato che possa far crescere al contempo la viticoltura e il territorio. "E' una grande opportunità per le aziende del Consorzio in primis, per tutto il comparto vitivinicolo e per il territorio lariano – ha spiegato Claudia Crippa, presidente del Consorzio vini IGT Terre Lariane -. Solo tre anni fa sembrava un'utopia riuscire a mettere intorno a un tavolo i produttori, oggi non solo si lavora fianco a fianco in molte iniziative ma al tavolo partecipano gli Enti locali, le Camere di Commercio, la Regione e Unioncamere Lombardia.

Più informazioni su