CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Un software adesso aiuta i medici a non sbagliare più in corsia

Più informazioni su

Importante innovazione tecnologica al COF di Lanzo, attiva già da qualche mese. La soddisfazione del direttore generale della clinica. Collegamento computerizzato per avere i farmaci giusti al momento giusto.

È entrato in funzione al Cof di Lano Intelvi tra luglio e settembre un nuovo sistema robotizzato che consente a medici e infermieri di limitare drasticamente gli errori nel processo che va dalla prescrizione alla somministrazione dei farmaci. Si tratta di un software collegato ad un armadio robotizzato. Il programma consente di identificare sia il medico, sia l’infermiere  sia, infine, anche il paziente: “Spesso – dice il dottor Gino Tassini, direttore sanitario della clinica – capita di prescrivere un farmaco a un paziente che è allergico o, peggio ancora, a un paziente sbagliato. Questo nuovo sistema ci evita di fare errori che mettono a repentaglio la salute dei nostri pazienti”.

Le novità, però, non finiscono qui. Collegato al software c’è un armadio robotizzato che, oltre a rilasciare il medicinale nei tempi e nei modi prescritti, permette anche un notevole risparmio sulle scorte da tenere in reparto. “Sappiamo esattamente – continua Tassini – quanti medicinali sono usciti, grazie al  continuo aggiornamento del magazzino e questo fa sì che si ordini solo il quantitativo realmente necessario”. Il sistema ha un costo piuttosto alto, ma permette di scongiurare una moltitudine di rischi, e, si sa, niente è più prezioso della vita umana la cui sicurezza, oggi, ha un alleato in più. Questa nuova tecnologia sarà presentata a tutti gli interessati nel corso del Convegno su “Farmaci e sicurezza in corsia” che si terrà  il prossimo 12 dicembre presso la Sala Congressi della Clinica..

Più informazioni su