CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Ruba dalla giacca del cliente al bar, ma fa poca strada: preso

Più informazioni su

E' successo in un locale di via Anzani a Como. Il protagonista è un giovane rumeno, poi inseguito da un agente della polizia libero da servizio. La Volante lo blocca in via Castelnuovo. E oggi condannato. E' già stato condannato a 4 mesi di reclusione e 200 euro di multa, con il beneficio della sospensione condizionale. Si tratta di un giovane cittadino rumeno tratto in arresto dalla Polizia di Como per il reato di furto aggravato la notte scorsa. E' successo attorno alle 2 in un locale di via Anzani: un cliente all’atto di riprendere la propria giacca, si accorge di essere stato alleggerito di un cellulare e di alcuni documenti. L'allarme si diffonde in breve tra la clientela presente e raggiungono un agente della locale Polizia Stradale libero dal servizio, a cui non sono sfuggiti i movimenti sospetti di un ragazzo, a cui si avvicina chiedendogli contezza.

Quest’ultimo, che poi gli operanti identificano nel 21enne cittadino (rumeno G.G. da tempo residente in Como)  con la scusa di voler fumare una sigaretta guadagna l’uscita, per poi fuggire velocemente. L’agente, repentinamente, si getta al suo inseguimento che si dimostrerà alquanto acrobatico dato che il fuggitivo, con molta agilità, supera vari ostacoli tra cui una cancellata, riuscendo a distanziare il suo inseguitore.La perseveranza dell’operatore di Polizia trova il suo premio in via Castelnuovo, nell’area limitrofa all’Università, quando l’immediato intervento di un equipaggio della Squadra Volante,  sollecitato dal collega,  consente agli operanti di bloccare il sospetto e rinvenire, poco distante dal luogo del fermo, il cellulare ed i documenti trafugati. Tutto restituito alla vittima. Arrestato per furto aggravato, ha trascorso la notte in cella e stamane in Tribunale il processo con il rito direttissimo e la condanna. 

Più informazioni su