CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Como, “un soffio di arte” per poter curare il respiro dei bambini

Più informazioni su

Iniziativa della Stecca per poter regalare al reparto di pediatria del Sant'Anna una struttura all'avanguardia. Esposizione da martedì prossimo di diverse opere di artisti lariani a San Francesco, poi la vendita. “Un soffio d’arte” per curare il respiro dei bambini. E’ l’iniziativa benefica promossa dalle classi ’43, ’54 e ‘55  dell’“Associazione La Stecca” con l’intento di raccogliere fondi per la realizzazione di un Centro di pneumologia pediatrica all’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia. Il progetto coinvolge i più importanti artisti del territorio comasco. Le opere da loro donate – chi sono? Quante opere? – saranno esposte a partire da martedì 6 dicembre alle 18 nello spazio culturale “Antonio Ratti” (ex chiesa di S. Francesco) e vendute al miglior offerente giovedì 15 dicembre (dalle ore 18). “A nome dell’ospedale e dei nostri piccoli pazienti – sottolinea il professor Riccardo Longhi, primario dell’Unità Operativa di Pediatria dell’ospedale Sant’Anna – desidero ringraziare tutti i componenti dell’associazione per la sensibilità e l’impegno dimostrati scegliendo di sostenere la realizzazione di un Centro di Pneumologia Pediatrica presso il nostro presidio”. In ambito pediatrico, infatti, è stata riscontrata un’elevata frequenza di patologie respiratorie che richiedono cure e assistenza di elevata complessità diagnostico-assistenziale attualmente disponibili in Centri di terzo livello, in ambito regionale, che obbligano i bambini della nostra provincia  e i loro genitori a lunghe e faticose trasferte.

E l’Associazione “La Stecca” si è messa ancora una volta in gioco per una buona, anzi un’ottima causa. “La nostra associazione – spiega il presidente/portavoce – è animata da sentimenti autentici di amicizia e reciproco sostegno tra i suoi iscritti, così come il fondatore Felice Baratelli aveva auspicato con la frase “ tessere amicizia come i telai e donare bontà”. Con questo spirito e con questi sentimenti oggi siamo impegnati a sostenere il progetto di un servizio pneumologico pediatrico all’avanguardia per attrezzature e professionalità per il nostro Ospedale a vantaggio dei bambini e delle loro famiglie”.

Più informazioni su