CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

L’acquirente in vista, ora rinasce la speranza per la Manzardo

Più informazioni su

I dipendenti dei punti vendita di Albese, sabato in presidio fuori dai cancelli, e di Beregazzo potrebbero avere il futuro salvo. Richiesta al curatore fallimentare di fare presto. E ad Olgiate si prega per il futuro della Sisme. La speranza e la delusione. Chi tiene le dita incrociate e chi non sa più a cosa aggrapparsi. Sentimenti differenti, stati d'animo diversi per il futuro di due delle tante aziende comasche entrare in crisi nelle ultime settimane. Ed alla Manzardo – filiali anche ad Albese e Beregazzo – sembra che qualcuno interessato a rilevare questi due punti vendita del settore idrosanitario c'è. Un interesse concreto, reale, anche se nessuno vuole svelare di chi si tratta. Ma nei prossimi giorni la trattativa potrebbe decollare. I rappresentanti sindacali della Manzardo chiedono al curatore fallimentare, già nominato, di fare in fretta e senza perdere tempo per andare a chiudere questa trattativa. "prima si fa e meglio è, noi vogliamo lavorare…" dicono gli operai, comunque preoccupati per un quadro a tinte fosche.

E mentre ad Albese e Beregazzo – ma non per la sede di Vighizzolo – si riaccende la speranza,di un futuro, ad Olgiate si prega per i dipendenti della Sisme, la grossa azienda metalmeccanica che vuole portare la produzione in Slovacchia con possibile taglio di 300 dipendenti. Oggi, nella messa della domenica, anche il parroco ha rivolto agli operai ed alle loro famiglie un pensiero di affetto e di vicinanza. Aggiugendo di essere pronto a qualsiasi passo per dare una speranza. Ma dopo la rottuyra delle trattative, nei giorni scorsi, tra azienda e sindacati la preoccupazione si è fatta fortissima.

Più informazioni su