CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Sociale, sù il sipario: De Sfroos porta a Como il meglio del folk

Più informazioni su

Grande appuntamento questa sera dalle 21 con Hevia, Peppe Voltarelli e Mancamezzora. Già tutti esauriti i posti. Questa mattina dibattito all'istituto Parini, alle 17 incontro alla libreria Feltrinelli. Tutto pronto. Questa sera si alza il sipario sul primo Festival del folk e del rock a Como. Curato da Davide Van De Sfroos come direttore artistico, progetto finanziato dal Ministero della gioventù e promosso dall'assessorato alle politiche giovanili del comune di Como. Un grande show, una due giorni di super-ospiti e di grandi appuntamenti. Entusiasmo crescente tra i ragazzi che hanno già prenotato tutti i posti del teatro cittadino questa sera e pure per la serata di domani. Difficile riuscire a trovare un "buco" all'ultimo minuto. Moltissimi i comaschi, altri anche da Svizzera e Piemonte, qualcuno pure da Francia e Germania.

De Sfroos, che ha curato i dettagli, è pronto a svelare le carte del "suo" Festival. "Abbiamo scelto il meglio del folk nazionale ed internazionale – spiega il cantante di Mezzegra – e crediamo di essere riusciti a fare un prodotto di valore. Ma mi sembra di si visto che i biglietti sono già tutti esauriti…". E così ecco le star sul palco del teatro cittadino: dalle 21 Peppe Voltarelli ed i lombardi Mancamezzora, ma l'attesa maggiore è per Hevia, artista dell'Asturia, ormai star del panorama internazionale. La giornata non sarà solo questo. In mattinata (dalle 10 in poi) dibattito-confronto all'istiututo Parini dal titolo "Questa non è musica per vecchi": introduzione alla musica con la riscoperta delle tradizioni con moderatore Luca Marconi, docente del Conservatorio di Como. E nel pomeriggio, dalle 17, racconti di poesie alla libreria Feltrinelli con un confronto tra i dialetti comasco e piemontese.

Più informazioni su