CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Tesoro abbandona la scena e ora tutto è nelle mani di Rivetti

Più informazioni su

Situazione delicata al Como per il controllo della società. Un furioso presidente Di Bari dovrebbe annunciare a breve il suo abbandono. E la squadra, intanto, penalizzata di un punto per tardiva fidejussione.

Savino Tesoro lascia. Ed esce di scena non senza lanciare pesanti accuse al vice-presidente del Como Amilcare Rivetti. L'imprenditore varesino, infatti, ha comunicato ufficialmente la sua decisione di non entrare a far parte della compagine societaria del club azzurro come aveva sperato ed annunciato più volte. Ora tutto passa nelle mani di Rivetti anche perchè le voci di queste ore indicano un furente presidente Di Bari ad un passo dall'abbandonare la società con le dimissioni. Sicuramente acque agitate. E in questo clima, per fortuna, la squadra va bene anche se ieri la Commissione disciplinare ha formalmente ratificato quello che sembrava certo: Como penalizzato di un punto in classifica per aver presentato – la scorsa estate – in ritardo la fidejussione per l'iscrizione al campionato. E così Urbano e compagni scendono da 17 a 16 punti: terzo posto sempre, ma assieme al Sorrento. Domenica, al Sinigaglia, attesa la Tritium allenata da Simone Boldini, reduce dallo stop interno con la Pro Vercelli. Per oggi attese, infine, le decisioni del giudice sportivo: quasi certamente Marc Lewandowski, centrocampista francese, ed Ernestino Ramella – espulsi domenica a Viareggio – saranno appiedati per la gara di domenica.

Più informazioni su