CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Esce di scena Savino Tesoro:”Como, una situazione assurda”

Più informazioni su

L'imprenditore varesino, con una lettera piena di rabbia ed amarezza, annuncia la sua intenzione ed attacca Amilcare Rivetti:"Lavora per persone delle quali non si conosce nulla".

“Comunico la mia volontà di non entrare a far parte della compagine societaria del Como”. La lettera, piena di rabbia ed amarezza, è firmata da Savino tesoro, l'imprenditore amico del presidente azzurro Antonio Di Bari, ed è arrivata in redazione nel pomeriggio. Dopo l'ennesima giornata convulsa. “Non trovo accettabile essere messo in posizione di attesa a favore di persone per le quali, ancora oggi, non si conoscono generalità e progetti”. Chiaro il suo riferimento alla cordata di imprenditori lariani che, appoggiata da Amilcare Rivetti, sta portando avanti la trattativa per l'acquisizione del pacchetto di maggioranza. E Tesoro, che parla anche per conto del figlio Antonio, critica pesantemente anche Rivetti ed il suo atteggiamento in questa vicenda:”Trovo assurdo che si sia accollato il diritto di decidere sul futuro del Como un socio di minoranza che un anno fa aveva dichiarato la sua irrevocabile decisione di farsi da parte da tutte le cariche”. E poi il rammarico, l'amarezza per una trattativa mai decollata:”In questi mesi io e mio figlio abbiamo cercato di fare qualcosa. Nonostante i tentativi di destabilizzazione – conclude Tesoro – siamo soddisfatti dei risultati sportivi ottenuti. Ma essendo impossibilitato ad agire concretamente, sono costretto a farmi da parte”. Con questa decisione, ora Di Bari resta solo. E le voci di un suo possibile abbandono sono sempre insistenti. Ma lui, al momento, non ha ancora comunicato nulla. Una autentica partita a scacchi tra lui e Rivetti a questo punto. Dove ogni mossa sembra possibile.

Più informazioni su