CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Tanti comaschi anche oggi per sciare sulla pista di Zambrotta

Più informazioni su

Successo del tappeto che simula una discesa sulla neve davanti al primo bacino del lago. Ma sta per scadere il permesso rilasciato dal Comune: a fine mese la passeggiata con erba sintetica dovrebbe chiudere definitivamente. Successo inatteso. Tanti ieri, tanti anche oggi. Grandi e piccini con gli sci ai piedi anche se decisamente fuori stagione e con una discesa senza neve. Lo Skimagic che la società di Gianluca Zambrotta ha voluto portare sul lungolago, in un angolo della passeggiata che il calciatore ha pagato a sue spese per i mesi estivi. Successo e curiosità per questo tappeto che simula una discesa sulla neve. Anche se di fiocchi nion ce ne sono. Asasalto, sopratutto nelle ore di punta, già ieri. Facile pensare ad un bis – anche per la bella gironata di sole – anche nel pomeriggio. Quando sono attesi sia Giorgio Rocca, campione del mondo di sci alpino, e lo stesso Zambrotta. Rocca si presenterà attorno alle 16 sul lungolago cittadino con Andrea Panzeri, medico della nazionale di sci. Zambrotta subito dopo per chiudere una bella giornata di sport.

Il suo Skimagic è piaciuto, sopratutto ai più piccoli. "Sono contento, mi fa piacere – spiega alla redazione – che l'iniziativa è andata bene. Il futuro del lungolago ? Boh, non chiedetelo a me – rivela con un pò di amarezza -. Nessuno mi ha contattato fino ad ora…". Amarezza nelle sue parole. Perchè il difensore del Milan forse si aspettava qualcosa di più e di meglio (come riconoscenza) da parte del Comune al quale ha offerto -a titolo gratuito – quasi quattro mesi di passeggiata con giochi relativi. Oggi pure lo Skimagic. La deroga alla chiusura già fissata per la fine di ottobre sarà difficile. Lo lascia intendere anche il sindaco Stefano Bruni: occore, non solo il parere favorevole di Palazzo Cewrnezzi, ma pure quello della Sacaim che in zona sta realizando le paratie anti-esondazione. E se non cis aranno deroghe, Zambrotta e la sua società dovranno sbaraccare entro fine mese. Lasciando una triste e desolata distesa in attesa della fine dei lavori, ancora fermi.

Più informazioni su