CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il Como non si riprende: a Pisa arriva il secondo ko consecutivo

Più informazioni su

Nuova sconfitta, peraltro immeritata, degli azzurri. Gol-vittoria al 34' di Buscaroli su indecisione della difesa. Un black out all'impianto di illuminazione ferma la partita per 20 minuti. Negato un rigore a Lewandowski sullo 0 a 0.

Ancora sconfitta. Seconda di fila nel giro di pochi giorni. 1-0 all'Arena Garibaldi di Pisa questa sera – nel turno infrasettimanale del campionato – per il Como di Ramella. Una squadra diversa dal solito quello mandata in campo dal mister: Lewandowski spostato a ridosso dell’unica punta Ripa con i laterali Filippini e Ciotola chiamati a far la spola per portare rifornimenti. Alla fine il risultato penalizza troppo gli azzurri ma il Como di questi tempi sembra il lontano parente della squadra di inizio stagione quando giocava veloce, palla a terra e con i giocatori senza palla a far movimento continuo cercando di smarcarsi per ricevere la sfera. Nel primo tempo un Como a due facce, prima della sospensione di circa 20’ per parziale black out elettrico all’impianto di illuminazione sicuramente meglio, vivace e pronto alle ripartenze mentre nella seconda parte meglio il Pisa che mette alle corde la formazione di mister Ramella.

La rivoluzione tattica dell’allenatore lariano permette a  Lewandowski di  partire bene, prende in mano il gioco e cerca di fornire suggerimenti a Ciotola sul lato destro del fronte offensivo azzurro, purtroppo viene lasciato troppo isolato e quasi mai chiamato in causa dai compagni Filippini dalla parte opposta. All’inizio, dopo pochi secondi viene annullata una  rete per fuorigioco a Strizzolo, il Como replica immediatamente con Ciotola che mette in mezzo per Filippini ma l’attaccante viene anticipato; i lariani cominciano a lavorare palle in mezzo e al 20’ Lewaandowski, in piena area toscana viene toccato e finisce a terra, i comaschi reclamano a gran voce il rigore, che ai più pare esserci, ma il direttore di gara non fischia e l’azione sfuma. Al 22’ è sempre Lewandowski a rendersi pericoloso con un calcio di punizione perfetto che Pugliesi smanaccia in angolo.

Si arriva al 24’ e si spengono alcuni riflettori, la gara viene sospesa per circa 20’ e quando si riparte è il Pisa a mettere alle strette il Como che soffre particolarmente sulla propria fascia destra difensiva, cominciano a spiovere palle da quel settore in area azzurra e al  35’ il Pisa passa con Buscaroli bravo a trovare il guizzo vincente con un colpo da sotto in area piccola, la difesa comasca non è esente da colpe. Il  Como si fa vedere al 44’ quando Ripa colpisce di testa e fa la barba al palo sinistro della porta toscana. La ripresa vede un Como arrabbiato alla ricerca del meritato gol del pari  ma, nonostante gli ingressi di Tavares, Miello e Vicente il Pisa riesce a controllare con la giusta calma. Il finale è convulso, il nervosismo la fa da padrone e fioccano i cartelli gialli. Nonostante i 6’ di recupero i lariani non riescono a trovare la via della rete e l’ultima occasione, un calcio di punizione di Lewandowski finisce alto. Domenica big match al Sinigaglia col Benevento.

Più informazioni su