CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Bosco devastato da una distrazione del muratore: due in aula

Più informazioni su

Sono i responsabili del cantiere dal quale sarebbero partire le scintille. L'episodio risale al maggio del 2007. A manovrare un flessibile un operaio egiziano del quale si sono perse le tracce.

Due a processo per incendio colposo. Lo ha stabilito oggi il giudice di Como, Maria Luisa Lo Gatto, accogliendo in pieno la richiesta della Procura cittadina. Si tratta di un impresario edile bergamasco (Cristian Burzi, 27 anni) e di un geometra di Pigra (Federico Ceschina, 46 anni), ritenuti i responsabili indiretti del rogo che nel maggio del 2007 ha devastato 2.500 metri quadri di bosco a Colonno, via ai Monti. A far partire le fiamme, a dire il vero, sarebbe stato un muratore egiziano che per conto loro stava lavorando con un flessibile ad un cantiere della zona. Le scintille prodotte avrebbero innescato il devastante rogo. Di lui, però, si sono perse le tracce. Ecco perchè a rispondere dell'incendio saranno i due responsabili del cantiere che, da parte loro, rigettano ogni accusa anche se dovranno comparire in aula il prossimo mese di marzo a Como.

Più informazioni su