CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Assoluzione per vizio di forma e Capellato stavolta se la cava

Più informazioni su

Il comasco, condannato per il delitto del furgone giallo all'ergastolo, ritenuto non colpevole di falsa testimonianza per una vicenda di carte di credito clonate. Poteva anche non rispondere al giudice.

Emanuel Capellato oggi di nuovo in Tribunale di Como. Ma stavolta il giudice lo ha assolto al termine del processo che stamane lo ha visto imputato di falsa testimonianza per una vicenda di anni fa, legata alla clonazione di carte di credito. Il comasco, condannato all'ergastolo per il delitto del furgone giallo a Tavernerio assieme a Leonardo Panarisi, si era assunto tutte le colpe per queste clonazioni riscontrate dagli inquirenti. L'assoluzione di oggi è arrivata per un vizio procedurale deciso dal giudice: quando Capellatoera stato interrogato nessuno gli aveva detto che poteva anche avvalersi della facoltà di non rispondere essendoci la consorte tra gli imputati.

Più informazioni su