CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Da dimenticare: il Como si smarrisce e regala tre punti alla Spal

Più informazioni su

I lariani soccombono 0-2 di fronte ad una squadra non di certo trascendentale. Inguardabili i ragazzi di Ramella, poco concreta la coppia Salvi – Vicente. Delusione dei tifosi. E mercoledì si va a Pisa: turno infrasettimanale.

Un Como non pervenuto viene messo sotto da una Spal ordinata che gioca in modo elementare ma efficace, già i tifosi si domandano che peso stanno avendo le questioni societarie sul rendimento della squadra e la risposta rimane in sospeso. Un grosso passo indietro e un ridimensionamento che nessuno si aspettava, nel momento del possibile rilancio in classifica il Como sprofonda nell’abisso ed ora deve ritrovarsi ancor prima di ritrovare un gioco che quest’oggi è stato il grande assente.Un primo tempo inguardabile per il Como, squadra ben lontana dalle prestazioni di qualche settimana fa che avevano incantato i tifosi, oggi i primi 45’ sono stati giocati ad un ritmo blandissimo, senza determinazione lasciando l’iniziativa del gioco ai ragazzi di mister Vecchi che, senza fare cose stratosferiche, hanno messo sotto gli azzurri.

La gara parte lenta, sembra una fase di studio ma ben presto ci si rende conto che il Como è rimasto negli spogliatoi, in mezzo la coppia Vicente Salvi stenta non poco con il primo in evidente difficoltà. In avanti Tavares non gira e Toledo è appannato, spesso Giambruno viene chiamato in causa da palle spedite all’indietro dai compagni che non sanno che pesci pigliare. Di occasioni non se ne vedono e si arriva al 27’ quando Melara trova un rasoterra vincente che si infila nell’angolino alla sinistra del portiere lariano. Neanche la rete subita dà la scossa ai ragazzi di mister Ramella che proseguono allo stesso ritmo senza accelerazioni e con poche idee. La ripresa vede gli azzurri in avanti ma con poca fortuna e La spal si difende con ordine, nel momento della maggiore pressione lariana arriva il raddoppio degli estensi con Agnelli che, ben servito da Arma, trafigge di potenza Giambruno. Notte fonda per il Como, pochi minuti dopo, per un fallo da dietro, viene espulso Toledo e la gara finisce in modo mesto con i tifosi che contestano la prestazione dei giocatori. Adesso il pensiero è rivolto a Pisa tra tre giorni e i tifosi si domandano: quale Como vedremo?

Più informazioni su