CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

“Nessuna violenza sull’auto” ed il giudice lo fa tornare a casa

Più informazioni su

Questa la decisione presa dopo l'interrogatorio di stamane al Bassone di Como. L'uomo di Cermenate ha fornito una versione diametralmente opposta a quella della sua giovane amica.

Arresto convalidato, ma immediata scarcerazione. E' stato il Gup di Como, Luciano Storaci, stamane a rimettere il libertà il 66enne di Cermenate Pasquale D'Auria, arrestato dai carabinieri con l'accusa di violenza sessuale, sequestro di persona e rapina ai danni di una sua giovane amica, 33enne italiana anche se nata in Marocco. Fuori dal carcere dopo poche ore perchè secondo il giudice non ci sono i presupporti di una sua permanenza e non ci sono prove della sua colpevolezza. L'uomo avrebbe dato una versione del tutto differente da quella presunta vittima: nessun tentativo di abuso sessuale sulla ragazza che, tra l'altro, conosceva da tempo. D'Auria avrebbe anche negato, nell'interrogatorio di questa mattina al Bassone, di aver voluto rubare la borsetta alla giovane come lei ha sostenuto dai carabinieri. Secondo l'uomo, insomma, tra lui e la ragazza ci sarebbe stata solo una discussione animata al culmine della quale lui avrebbe cercato di trattenerla sull'auto mentre lei è uscita precipitosamente a Villa Olmo perdendo appunto la borsa con soldi e documenti. Una versione, come detto, diametralmente opposta a quella della 33ene che lo ha accusato. E così il giudice ha deciso di rimetterlo in libertà: D'Auria è già tornato a casa.

Più informazioni su