CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

19.000 ricoveri e 10.000 operazioni: che numeri al Sant’Anna!

Più informazioni su

Resi noti oggi dal direttore generale Onofri ad un anno esatto dal trasloco. Quasi 2.000 i bambini nati, migliaia le emergenze al pronto soccorso. Gli impegni per il futuro: palazzina uffici e pensilina.

"Un bilancio positivo". Non ha dubbi il direttore generale del nuovo ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia Marco Onofri nel tracciare – ad un anno di distanza dal trasloco – le linee del lavoro svolto nella struttura. Nella giornata di festa dedicata al compleanno del presidio, ha illustrato i risultati raggiunti e i progetti per il futuro. A cominciare dai dati che attestano come il nosocomio, dotato di attrezzature nuove e alte tecnologie, gode di buona salute. Nei primi 365 giorni di attività i ricoveri effettuati al Sant’Anna sono stati oltre 19mila, mentre gli interventi chirurgici eseguiti sono oltre 10mila. Oltre 700mila sono le prestazioni ambulatoriali erogate per circa 138mila pazienti. I bimbi che sono venuti alla luce nel presidio di via Ravona  sono arrivati a quota 1.850 e le persone che si sono rivolte al Pronto Soccorso sono state 65.575: 395 i codici rossi (emergenze) e 5.916  i bianchi (non urgenti).

“Questi numeri – ha sottolineato il dg Onofri – sono il frutto dell’impegno di tutti i nostri professionisti che si sono quotidianamente prodigati per far funzionare questo ‘gioiello’ messoci a disposizione dalla Regione e per applicare il nuovo modello organizzativo per intensità di cure e complessità assistenziale. Ringrazio chi ci ha preceduto alla direzione dell’Azienda, in particolare l’ex direttore Andrea Mentasti e il direttore sanitario Laura Chiappa. Ora – prosegue Onofri – è tempo di guardare al futuro e consolidare ciò che è stato avviato adattandolo alle esigenze emerse dall’effettivo utilizzo della struttura”.

 

“Da un punto di vista dei progetti – ha aggiunto Onofri – la realizzazione della Palazzina uffici partirà nella primavera del 2011, mentre entro fine anno sarà aperto il cantiere per la pensilina che collegherà il parcheggio alla hall. Per quanto riguarda l’offerta di prestazioni, è in dirittura d’arrivo l’attivazione dell’apparecchiatura “Vero”, un acceleratore lineare di ultima generazione per la radioterapia di cui sono dotati solo quattro ospedali al mondo”. Anche per l’area archeologica annessa al Sant’Anna ci sono novità. A metà ottobre, infatti, partiranno i lavori di sistemazione dello spazio di epoca preceltica.

Più informazioni su