CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Alzate, studenti litigano fuori da scuola: una sberla e il ricovero

Più informazioni su

L'episodio questa mattina alle medie di via Giovio. Un ragazzino di 12 anni in ospedale, ma non è grave. A Vighizzolo, intanto, caccia ai bulletti dei bus che impediscono alle ragazzine di salire a bordo. Sconcertante. Certo. Ma sopratutto per il dopo litigio. Con un ragazzino di 12 anni, che frequenta le medie di Alzate Brianza – via Giovio – che è finito in ospedale ed è stato anche trattenuto in osservazione. Così confermano i vertici dell'istituto. Il tutto per una sberla – i carabinieri parlano di "scapellotto" ndr – ricevuta stamane fuori da scuola da un suo compagno con il quale è entrato in collisione verbale. Diverbio e sberla. Poi il finimondo. Il ragazzo colpito al volto ha chiamato il padre che, a sua volta, ha fatto intervenire 118 e carabinieri. Ma le forze dell'ordine sono state davvero spropositate in relazione a quanto realmente accaduto. Certo, il colpo c'è stato, ma nulla di violento o di perseguibile. Lo assicurano i militari della compagnia di Cantù, costretti a fare rapporto sull'accaduto. Ovviamente nessuna conseguenza penale – non è neppure imputabile – per lo studente che ha sferrato il pugno. L'altro, come detto, è andato in ospedale e sarebbe pure stato trattenuto.

E se è sconcertante questa vicenda, non da meno quella avvenuta a Vighizzolo di Cantù. Alla fermata del bus in via Fossano alcune studentesse dirette all'istituto Fermi non sarebbero state fatte salire sistematicamente in questi giorni sul bus della C82 da un gruppo di bulletti di quartiere. Quattro o cinque che avrebbero impedito alle giovani di salire ed arrivare in orario per le lezioni. Con disagi e richiesta di intervento per amici o familiari. Oggi la protesta delle mamme, anche con Asf. Che da domani ha assicurato la presenza di un controllore sul posto per evitare il ripetersi di simili episodi. Inqualificabili pure questi…

Più informazioni su