CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Nove mesi per la donna morta in sala operatoria al Cof di Lanzo

Più informazioni su

Il giudice monocratico di Menaggio ha riconosciuto colpevole l'anestesista Enzo Maria Pratelli. L'episodio è del dicembre 2006 prima di un intervento alla schiena su una donna di Cabiate. La rabbia dei familiari della vittima. Nove mesi di reclusione, pena sospesa, per omicidio colposo. Carlo Cecchetti, giudice monocratico di Menaggio lo ha condannato oggi al termine di un lungo processo e di una vicenda giudiziaria altretanto complessa: si tratta di un anestesista della clinica ortopedica di Lanzo,Enzo Maria Pratelli, rinviato a giudizio per la morte di una donna di Cabiate, 60 anni (Rosa Lacquaniti) prima di un intervento chirurgico alla schiena al quale si doveva sottoporre al Cof (Centro ortopedico e fisioterapico). Era il dicembre del 2006. presentate dal Pm che inizialmente aveva indagato sull'accaduto e che non aveva ravvisato elementi per sostenere l'accusa in aula. Il decesso della donna sarebbe avvenuto, durante la fase di anestesia, per un probabile choc anafilattico. Il medico ed il suo legaler, Osvaldo Mossini, hanno sempre respinto l'accusa di errore o negligenza.

Più informazioni su