CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Svolta dopo il blitz in Comune a Como: due gli indagati per falso

Più informazioni su

Si tratta del dirigente Antonio Viola e di un costruttore. Le verifiche della Procura già avviate dopo l'acquisizione di documenti fatta ieri a Palazzo Cernezzi. Nel mirino le dichiarazioni di conformità rilasciate. Ecco la svolta. Inchiesta partita e primi indagati in comune a Como. Nel fascicolo aperto dal sostituto procuratore della Repubblica di Como Giuseppe Rose compaiono i primi indagati e la relativa ipotesi di reato contestata. Tutta ancora da approfondire. Due le persone sottoposte ad indagini, al momento, da parte di Procura e Guardia di Finanza che ieri ha acquisito una ampia documentazione di atti in comune a Como. Uno è Antonio Viola, dirigente del settore reti, impianti tecnologici e protezione civile, l'altro Stefano Ferrari della impresa Selva Mercurio Costruzioni, società finita nel mirino delle fiamme gialle lariane durante una verifica di tipo amministrativo. L'ipotesi di reato contestata è quella di falso in atto pubblico e turbativa d'asta.

Da oggi in Procura si stanno esaminando tutti i documenti acquisiti ieri con il blitz a Palazzo Cernezzi. E da quanto si è appreso al centro delle verifiche ci sarebbero le dichiarazioni di conformità fatte dalle società sulle capacità tecniche e finanziarie per ottenere un appalto pubblico. Il periodo che verrà preso in considerazione è ampio: cinque anni, dal gennaio del 2006 al dicembre 2010. Indagini già nel vivo anche se la mole di documenti da verificare è davvero ampia. Tutto sarebbe partito quando gli uomini della Polizia Tributaria delle fiamme gialle sono incappati in una verifica amministrativa su una dichiarazione di conformità della società Selva Mercurio, giudicata meritevole di una verifica accurata.

Più informazioni su