CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Ragazzina molestata in casa a Porlezza: tutti i rischi di internet

Più informazioni su

Si riaccende il dibattito dopo l'episodio di cronaca di queste ore. La giovane, minorenne, è entrata in contatto con un 37enne che poi ha cercato di violentarla. Polizia ed esperti concordi:"Genitori, state molto attenti…". Invito comune. Quasi un'invocazione:"Genitori, attenti ai vostri figli. E sopratutto attenzione con chi chattano quando sono al Pc di casa". Non è voler essere duri a tutti i costi. O "violentare" la privacy dei figli minori. Ma a volte è anche una tutela vera e proprio dei ragazzi. L'invito arriva da forze dell'ordine – polizia postale e carabinieri in particolare – ed esperti del settore. Internet è utilissimo, ma anche di una estrema pericolosità. E lo sa bene anche Edoardo Colombo, medico comasco ed esperto del settore. Sa bene, perchè lo ha ripetuto in decine di conferenze, che i controlli ci vogliono e sono necessari.

Altrimenti ecco il rischio. Quello corso da una ragazzina di 15 anni di Porlezza (vedi precedente lancio) che dopo il contatto via chat si è ritrovata – da lei invitato dopo insistenze ndr – a casa un 37enne di Samolaco (G.A. le iniziali). E per poco non riusciva a violentarla. Provvidenziale l'intervento della mamma della giovane, rientrata a casa, e dei carabinieri che hanno arrestato l'uomo che ha cercato anche, goffamente, di spiegare che la giovane era consenziente. Ora è in carcere, lei ancora sotto choc.

Più informazioni su