CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Sgradita sorpresa per i comaschi: aumenta tutto, l’Iva è al 21%

Più informazioni su

La novità, prevista dal Governo per rientrare dal deficit di bilancio, già in vigore da oggi in negozi ed uffici professionali. Riguarda anche parrucchieri, tv, auto e moto. Nessuna variazione per pane, latte e giornali. Una sgradita sorpresa. Che forse non tutti conoscono. Ma da oggi, in provincia come del resto in Italia, l'Iva passa al 21%, un punto percentuale in più rispetto a prima. Come previsto dal Governo per cercare di rientrare dal grosso deficit di bilancio. La data di inizio di questa applicazione è quella di oggi, sabato 17 settembre. E così da oggi i commercianti si adeguano. Gli aumenti riguardano moltissimi settori: abbigliamento, calzature, tv, computer ed ancora moto, auto, giocattoli nonché cioccolato, vino, acqua minerale e bevande gassate, poi detersini, biancheria e tessuti per la casa. L'incremento dell'Iva va ad incidere anche su pedaggi e parchimetri, gioielleria, orologerie, valige e borse, ma pure parrucchieri, servizi di professionisti, artigiani, artisti e servizi legali. Senza dimenticare anche bollette elettriche e carburanti. Insomma, un aumento generalizzato tranne che per pane, latte, pomodori e giornali, prodotti con Iva al 4% senza variazioni. Poco contenti i comaschi di questa novità, meno ancora commercianti ed esercenti che in fretta e furia hanno dovuto adeguarsi alla normativa.

Più informazioni su