CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Camerlata, musica alta e i vicini chiamano la polizia: agenti feriti

Più informazioni su

E' successo la notte scorsa in via Scalabrini, nell'ex fabbrica Rasa, ora dismessa. Agenti contusi e costretti a far ricorso alle cure dei sanitari. Due giovani arrestati e processati stamane in Tribunale. Una violenta rissa nel cuore della notte. Calci e pugni, poi anche insulti e spintoni. Quindi il fuggi fuggi generale davanti agli agenti della squadra volante della Questura di Como. E' accaduto attorno alle 4 nella ex rasa di via Scalabrini a Camerlata. Proprio dove l'altro giorno è stato trovato morto – impiccato – un tunisino arrivato da poco da Lampedusa. Protagonisti un gruppo di giovani dei centro siciali lariani che si erano dati appuntamento per un incontro a suon di musica e alcolici. Una sorta di rave party. La musica, però, ha raggiunto punte elevatissime: troppo forte tanto che alcuni residenti, esasperati, hanno chiesto aiuto alla polizia. E quando gli agenti sono arrivati in via Scalabrini, la reazione verso di loro è stata forte, pesante.

Due poliziotti feriti e costretti a ricorrere al pronto soccorso per essere medicati: per entrambi prognosi di 8 giorni. Due anche i fermati con l'accusa di resistenza e lesioni: due giovani comaschi di 24 e 26 anni. Finiti questa mattina a processo in Tribunale a Como davanti al giudice monocratico Gianluca Ortore. Il legale dei due, arrivato appositamente da Milano, ha poi chiesto per loro i termini a difesa. Accordati da Ortore, per loro dibattimento fissato al 31 ottobre. Ad attendere i fermati, senza alcun precedente, un grupetto di uan ventina di amici nell'atrio del Tribunale. Guardati a vista da carabinieri e poliziotti per il timore – rivelatosi errato – di momenti di tensione.

Più informazioni su