CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Sciopero dalla Cgil: guerra di cifre sui manifestanti a Como

Più informazioni su

Oltre un migliaio di persone al presidio in piazza Vittoria secondo il sindacato, 200 per la questura cittadina. Tarpini “Abbiamo ottenuto un buon risultato, considerato il periodo e il fatto di scioperare da soli".

Oltre un migliaio di persone al presidio in piazza Vittoria. Questi i dati forniti ieri dalla Cgil Como in occasione dello sciopero contro la manovra economica. Secondo il sindacato, dunque, l’adesione è stata del 50% (un lavoratore su due). Dati che contrastano però con quelli forniti dalla Questura cittadina che parlano di circa 200 partecipanti in piazza Vittoria. “Abbiamo ottenuto un buon risultato – ha commentato Alessandro Tarpini, segretario della Camera del Lavoro provinciale, al termine dello sciopero generale della Cgil – considerato il periodo particolare e il fatto che scioperare da soli, senza gli altri sindacati, è sempre difficile. In ogni caso siamo soddisfatti della partecipazione alla mobilitazione: soprattutto, registriamo una crescente simpatia della popolazione verso le nostre iniziative, il segnale tangibile che i cittadini, in modo trasversale, non sono soddisfatti della manovra economica e più in generale dell'azione del governo contro la crisi”. In media, secondo i dati della Cgil Como, ha aderito allo sciopero il 58 per cento dei lavoratori. Per quanto riguarda i trasporti si sarebbe registrato un 60% per l'Asf e un 81% nella navigazione lago. Nel settore dei metalmeccanici, alla Glaston Italy di Bregnano si è registrata una punta massima, con adesioni tra l'80 e il 90%; mentre nelle aziende Dell'Orto di Cabiate, Dana di Montano Lucino e Ome di Erba i lavoratori che hanno scioperato hanno raggiunto percentuali tra il 50 e il 70%. I rappresentanti della Cgil hanno poi incontrato il prefetto, al quale, come spiega Tarpini: “Abbiamo segnalato le ragioni della nostra mobilitazione e il crescente disagio della popolazione, per effetto della manovra”.

 

Dati che contrastano dunque, ma i disagi ci sono stati, soprattutto per chi doveva usare i mezzi pubblici. Chiusi i nidi di Lora e Monte Olimpino e lo spazio Gioco di Lora. A Palazzo Cernezzi, adesione dell’11%: hanno aderito 101 dipendenti su 901.

Più informazioni su