CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Ospedale di Cantù: riaprono blocco operatorio e punto nascita

Più informazioni su

Terminati i lavori di ristrutturazioni iniziati lo scorso 25 luglio. Previsto un nuovo cantiere per la struttura. Al Monoblocco di via Napoleona, invece, l’unità operativa di dermatologia verrà spostata al quinto piano. Terminati i lavori di ristrutturazione delle tre sale operatorie dell’edificio “R” e del tetto sovrastante, iniziati il 25 luglio scorso, all’ospedale Sant’Antonio Abate di Cantù. Martedì prossimo, 6 settembre, riprenderà l’attività chirurgica e riaprirà il punto nascita. Gli interventi, con un investimento di 450mila euro, sono serviti per una riqualificazione degli spazi, del sistema di condizionamento e l’acquisizione di alcune strumentazioni. Da martedì, quindi, dopo gli ultimi collaudi in programma lunedì, le future mamme potranno recarsi nella struttura, dove riprenderanno gli interventi  di Chirurgia, Ortopedia, Otorinolaringoiatria e Ginecologia. “In questo periodo di chiusura dell’attività – spiega il direttore generale del Sant’Anna, Marco Onofri  – tutto è andato per il meglio, senza nessun problema per i pazienti.  Avevamo previsto la presenza di un chirurgo di guardia sia per le consulenze sia per eventuali interventi d’emergenza su pazienti non trasportabili, messo a disposizione un’ambulanza in più, oltre a quelle di cui è già dotato il presidio, potenziato il personale del Pronto Soccorso e incrementata l’offerta di prestazioni ambulatoriali in ambito ostetrico-ginecologico. Ora, grazie all’impegno di tutti gli operatori, possiamo offrire al presidio e ai nostri pazienti un Blocco Operatorio riqualificato e modernizzato”. Previsto un altro cantiere per la realizzazione di una nuova torre ascensore a servizio di altre opere di adeguamento impiantistico dell’edificio “M”. L’intervento comprende anche il rifacimento della pensilina di copertura dell’ingresso ambulanze. I lavori partiranno a metà settembre ed è prevista l’installazione di un nuovo montaletti, principalmente a servizio dei reparti di Ostetricia e Medicina. “L’importo dei lavori – spiega Onofri – è di 700mila euro ed è finanziato grazie alla Cassa Rurale di Cantù, che ha dimostrato grande attenzione per il nostro ospedale, come anticipazione di fondi Stato-Regione stanziati per l’edilizia sanitaria. L’istituto di credito ha donato recentemente all’ospedale complessivamente un milione di euro”. E nell’ottica di riorganizzazioni degli spazi del’azienda ospedaliera Sant’Anna, anche il trasferimento di alcuni reparti nella struttura di via Napoleona. Da lunedì prossimo, 5 settembre, l’Unità Operativa di Dermatologia, con sede nel Poliambulatorio di Como, si sposterà al quinto piano del Monoblocco, in locali riqualificati in queste settimane. Al quinto piano, a metà settembre, sarà trasferito anche il servizio di Diabetologia, attualmente al piano terra. All’inizio dell’estate al sesto piano era già stato trasferito il Pre-ricovero. Proseguono secondo la tempistica prestabilita i lavori del Centro di assistenza limitata per la Dialisi (Cal), ora nell’edificio Grassi. Il trasloco è previsto per i primi di ottobre. Una volta terminati i lavori del Cal, sarà sistemata la hall e poi l’area, sempre al piano terra, dove è collocata la Radiologia.

Più informazioni su