CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il Milan si aggiudica l’amichevole, ma al Sinigaglia il Como brilla !

Più informazioni su

Il finale è 2 a 1 per i campioni d'Italia. I ragazzi di mister Ramella sfoderano una prova maiuscola e soccombono solo davanti ad un rigore nella ripresa. Domenica la Pro Vercelli.

Pomeriggio di gran galà al Sinigaglia dove si torna a respirare del calcio che conta e l’atmosfera dei bei tempi con i tifosi azzurri, presenti in buon numero a sostenere i ragazzi di mister Ramella. Tanti colori rossoneri ma anche tanto azzurro all’entrata delle formazioni, il fascino del Milan è sempre grande e gli uomini di mister Allegri sono granitici nell’aspetto e nel gioco, Nesta, Boateng sono primi della classe e anche oggi pomeriggio hanno onorato al meglio l’appuntamento in riva al Lario. Il ritorno del guerriero Zambrotta è stato accolto dalle ovazioni di tutto lo stadio e i ricordi sono volati a tanti anni fa quando Gianluca giocava sul tappeto verde cittadino. Dalla parte opposta un Como in costruzione che mister Ramella, grazie anche ai nuovi arrivati, sta plasmando e, anche se in poco tempo, è già riuscito a dare una fisionomia e un gioco piacevole. Positivissime le prestazioni di Diniz e Ciotola e i supporters  comaschi già sognano un campionato da protagonisti dopo aver visto giocare la squadra del cuore a viso aperto di fronte ai campioni rossoneri, gli schemi si cominciano a vedere, la palla a terra è una costante e le fasce sono ben sfruttate di ragazzi di Ramella. Al fischio di avvio i milanisti cominciano a premere ma gli azzurri non si intimoriscono, il primo affondo del Milan al 15’ con Antonimi che, dopo essersi smarcato in fascia, penetra nella difesa lariana e lascia partire un fendente che si perde di poco a lato. Pochi minuti dopo è costretto a lasciare il campo il neoacquisto azzurro Tavares, al suo posto Bardelloni. Dopo alcune fiammate rossonere con El Shaarawy in evidenza i padroni di casa ci provano con uno scambi Lewandowski Bardelloni che mette in uona posizione il neoentrato ma Abbiati è pronto, ci riprova il Como ancora con un bella palla in mezzo per la testa di Ciotola. Il Milan si scuote e al 24’, dopo una prolungata azione in area comasca, colpisce Ambrosiani raccogliendo un asist di El Shaarawi. I ragazzi di mister Ramella, per nulla intimoriti, replicano immediatamente due minuti  più tardi: vola sulla destra Ciotola, palla in mezzo per Miello che, a pochi metri dalla linea di porta milanista indirizza con il piatto nella porta sguarnita. Il campioni d’Italia non ci stanno e cominciano a fare sul serio e Emanuelson fa partire un missile che lambisce l’incrocio dei pali della porta difesa da Giambruno. La partita scorre via piacevole con frequenti capovolgimenti, da notare un calcio di punizione al 42’ indirizzato benissimo da Boateng che si perde di un soffio a lato. Arriva la pausa e il presidente azzurro Di Bari scende le scale assieme ad Adriano Galliani, i tifosi si lanciano in ipotesi fantasiose e chissà…La ripresa vede una girandola di sostituzioni e il Milan si fa sotto con insistenza, al 12’ Kingsley Boateng viene messo a terra appena entrato in area da Lewandowski e l’arbitro Aureliano assegna il calcio di rigore, si presenta al tiro dal dischetto Emanuelson che spiazza Giambruno con rasoterra preciso. Passano tre minuti e Niello s’inventa funambolo saltando tre rossoneri ma non trova il pertugio giusto una volta al tiro. Al 29’ spettacolo con Boateng che si libera di un paio di difensori avversari e fa partire una sciabolata ad effetto che colpisce l’incrocio dei pali della porta lariana. Le formazioni continuano ad onorare l’impegno sino alla fine e al termine raccolgono l’applauso di tutti i presenti soddisfatti dello spettacolo odierno.

Più informazioni su