CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Dolore e incredulità: Ramponio si interroga dopo la sparatoria

Più informazioni su

Gli abitanti del paese della Valle d’Intelvi si chiedono il perché di questo gesto. Il 31enne ha aspettato la ex sotto casa, le ha sparato, poi si è tolto la vita. I carabinieri di Monza stanno indagando sull’arma usata dal giovane.

Dolore e incredulità. Ramponio Verna si interroga dopo la sparatoria di ieri mattina a Desio, dove un ragazzo residente nel paese della Valle d’Intelvi, Giovanni Avogadro, ha ucciso la ex fidanzata, Valeria Mariani, poi si è tolto la vita. Giovanni, idraulico di 31 anni che lavorava in Svizzera, avrebbe aspettato sotto casa la 27enne, residente in Brianza. Dopo una breve discussione l'uomo ha estratto l'arma, detenuta illegalmente, uccidendo la donna. Dopo questo terribile gesto, si è tolto la vita sparandosi alla testa. Tra i primi ad accorgersi dell’accaduto il padre di Valeria che era sul balcone e ha sentito gli spari. Straziante il dolore dell’uomo e quello della moglie, tra i primi accorsi sul luogo dell’omicidio. Un’altra famiglia è chiusa nel suo dolore in queste ore, quella di Giovanni. A Ramponio da ieri non si parla d’altro, anche perché sono in molti a chiedersi il perché di questo gesto. “Giovanni era un ragazzo tranquillo e un gran lavoratore”. Questo il commento degli amici e delle persone che lo conoscevano e che conoscevano Valeria. La ragazza, infatti, frequentava spesso Ramponio e la famiglia del ragazzo. In corso le indagini, per capire cosa ha spinto il 31enne a compiere questo gesto e come l’omicida possa essere venuto in possesso dell’arma usata per uccidere la ex fidanzata. Le indagini sono in corso da parte dei Carabinieri di Monza.

Più informazioni su