CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Ecco la nuova casa per il 118: da oggi si atterra a Villaguardia

Più informazioni su

Trasferimento avvenuto anche per l'elisoccorso dopo la centrale operativa. La grande soddisfazione di Mario Landriscina, il responsabile del servizio di urgenza lariano. Investimento da 9 milioni di euro complessivamente.

Ore 11.15, primo atterraggio dell’elicottero alla nuova centrale del 118 a Villa Guardia. E il primo posizionamento sulla piazzola di questo centro all’avanguardia, proprio in occasione dei venticinque anni dell’elisoccorso comasco. La nuova centrale è stata finanziata con un investimento di 9 milioni di euro grazie a fondi statali e regionali stanziati nell’ambito della realizzazione del nuovo Sant’Anna a San Fermo della Battaglia. Mancano solo pochi dettagli (come la parete di roccia per le esercitazioni degli operatori) che verranno terminati entro il 15 settembre.  “Sono molto contento – ha dichiarato il direttore del 118 comasco Mario Landriscina – questo anniversario si celebra nel migliore dei modi”. La base, resterà attiva anche dopo la realizzazione della nuova piazzola che sorgerà sul tetto del nuovo Sant’Anna e che dovrebbe essere pronta per l’inizio del 2013. L’elicottero, che consente anche importanti interventi in montagna, trasporta un equipaggio che può variare dalle sei alle otto persone. Nei mesi estivi sono presenti un pilota comandante, un secondo pilota, uno specialista di bordo, un medico, un infermiere ed un tecnico del soccorso alpino. Nei mesi invernali si aggiungono un secondo tecnico alpino con un cane del gruppo cinofilo di soccorso.

 

Un venticinquesimo anniversario da festeggiare con grande soddisfazione, come hanno sottolineato sia Landriscina che il direttore generale del Sant’Anna Marco Onofri. Grazie a questa nuova base, infatti, Como può contare sulle migliori tecnologie esistenti e su una sinergia di tutti gli operatori che all’interno della stessa struttura riescono a organizzare al meglio e con maggiore tempestività le operazioni di soccorso. La struttura, infatti, accoglie anche la Guardia Medica della Asl cittadina.  L’elisoccorso a Como nasce il 2 agosto del 1986, nel 2008 la nascita del volo notturno. 17000 i pazienti trasportati in questi 25 anni di presenza dell’elicottero nella nostra provincia, contribuendo, come ha sottolineato lo stesso Landriscina:”a cambiare la prognosi alle persone. Si è passati da una percentuale di sopravvivenza dell’1% al 25%. Un fatto molto importante”.

 

Il direttore del 118 ha precisato che la base di Erba, in via dei Resinelli, verrà utilizzata dalla Protezione Civile e la superficie di atterraggio sarà utilizzata ancora per i voli notturni. “Voglio ringraziare le varie amministrazioni di Erba che hanno lavorato per darci questo spazio – conclude Landriscina – una struttura che ci ha permesso di fare tanto in questi anni. Grazie anche alla proprietà Giulini che dal 2003/2004 ci ha ospitato a Lazzago”.

Più informazioni su