CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Ora la Finanza intensifica i controlli in dogana: capitali in fuga

Più informazioni su

Le Fiamme Gialle hanno rafforzato le verifiche in tutta la fascia di confine italo-svizzera. Crisi economica e Franco di nuovo forte hanno fatto ripendere vigore a questo flusso. Fino a 10.000 euro non si dichiarano.

La denuncia iniziale, qualche giorno fa, è stata de "Il Sole 24 ore". I capitali tornano ad andare verso la Svizzera e le banche del Ticino.  Ed ora la Finanza di Como – che non ammette apertamente il fenomeno – ha deciso di intensificare i controlli nella fascia di confine. E negli ultimi giorni le verifiche a persone di passaggio sono state notevoli da parte delle Fiamme Gialle. Anche se, da quanto si è appreso, non è stato fermato alcunchè di illecito o irregolare. Ma la particolare situaione economica – unitamente al Franco svizzero ritornato forte – può essere una possibilità per far uscire dall'Italia capitali da dichiarare. Lo scopo della Finanza è proprio quello di verificare se il flusso c'è e quanto è consistente. Se scoperti a non dichiarare cifre superiori ai 10.000 euro si deve pagare una sanzione amministrativa. Si può anche decidere di farlo subito e chiudere il contenzioso (cosa che spesso fanno gli imprenditori "beccati") oppure lo si può fare successivamente. Fatto sta che le Fiamme Gialle stanno tornando vigili ed attente al fenomeno. A tremare i tanti imprenditori che spesso passano dai valichi con le valigette. Ora i controlli saranno sempre più minuziosi. Tremonti non ammette deroghe…

Più informazioni su