CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Super tecnologia per gestire le urgenze: nuova centrale al 118

Più informazioni su

Oggi la presentazione ufficiale alla stampa, il servizio in funzione da settimana prossima. Poi trasferito anche l'elisoccorso. La soddisfazione dei dirigenti dell'ospedale Sant'Anna e di Mario Landriscina.

30 mila metri quadri a basso impatto ambientale e basso consumo energetico. Un vero e proprio fiore all’occhiello per la provincia di Como. Presentata alla stampa questa mattina la nuova Centrale del 118 di Villa Guardia. Tecnologie di altissimo livello per questo nuovo edificio, uno dei primi stabili pubblici in provincia realizzati in classe “A” e cioè a bassissimo consumo energetico. “E’ un piacere mostrare ancora una volta qualcosa di moderno e all’avanguardia – ha dichiarato il direttore generale del Sant’Anna, Marco Onofri – spero al più presto di poter mostrare anche la pista di atterraggio della struttura di San Fermo che migliorerà ulteriormente le fasi di trasporto per il paziente”. La struttura di Villa Guardia, nata con un investimento di 9 milioni di euro, provenienti da fondi statali e regionali stanziati nell’ambito della realizzazione del nuovo ospedale, di cui 5 milioni i costi effettivi per gli edifici e 4 per spese tecniche e di viabilità (prossima la riapertura di via Firenze).

La struttura, una parte della quale con copertura in erba, per garantire un migliore isolamento termico, è composta da due parti e da una piazzola di atterraggio e decollo per gli elicotteri. Da una parte l’hangar e alcuni magazzini con materiali per le emergenze e un’altra, su due piani, dove saranno collocate la centrale del 118 e la guardia medica. Presenti anche due serbatoi interrati da 9mila litri ciascuno, per il rifornimento.  “Continuiamo in un lavoro di sinergia con altre istituzioni – ha sottolineato Carlo Alberto Tresalvi, direttore sanitario della Asl cittadina – e lavoreremo costantemente insieme per rendere sempre più aggiornato il sistema”. Circa 20/25 le persone presenti in orario diurno e 12/15 durante la notte.

 

“E’ un contesto complesso, ma molto stimolante – aggiunge il direttore del dipartimento di Emergenza e Urgenza del Sant’Anna e del 118, Mario Landriscina – i sistemi di comunicazione sono di ultima generazione e sono state studiate anche delle soluzioni radio in caso di problemi alla rete. Il call center per 118 e Guardia Medica è di elevata tecnologia ed è integrato con il sistema informatico e telefonico dell’ospedale Sant’Anna”. Martedì 19 luglio il giorno X, quando quella di Villa Guardia diventerà a tutti gli effetti la base operativa. Dalle 9.00 alle 14.00 le fasi di trasferimento, durante le quali il collegamento telefonico con la vecchia sede di Via Napoleona resterà attivo. “Siamo alla presentazione di questo nuovo presidio dell’azienda Sant’Anna con Areu – conclude il direttore generale Areu, Alberto Zoli – è una delle poche strutture coordinate perché sia tutto sotto la stessa regia. L’unico in tutta la regione”. Dal 2 agosto sarà attivato anche il servizio di elisoccorso a Villaguardia.

Più informazioni su