CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Patteggia l’ex assessore per gli spari contro l’amico della figlia

Più informazioni su

Due anni davanti al giudice Maria Luisa Lo Gatto. La sua condotta nelle indagini ed il danno risarcito hanno fatto scendere notevolmente la pena: due anni, sospesi. Il legale:"Non voleva uccidere nessuno…". Massima collaborazione con gli inquirenti, nessun precedente alle spalle. Danno interamente risarcito, nessuna intenzione di uccidere, ma solo di difendere la figlia. E poi l'aver agito dopo essere stato provocato. Circostanze che il Gup di Como Maria Luisa Lo Gatto ha tenuto oggi in debita considerazione accogliendo in pieno la richiesta di patteggiamento depositata dall'avvocato Massimo Di Marco – con il consenso del Pm Antonio Nalesso – per il geometra Flavio Fontana, 62enne ex assessore di Olgiate Comasco, accusato di tentato omicidio ai danni di un amico della figlia. L'episodio è del febbraio del 2010.

Fontana è riuscito a contenere la pena entro la sospensione della condizionale. Due anni di reclusione, pena sospesa, proprio grazie alla sua condotta durante le indagini. Massima collaborazione fornita e la conferma che lui quella sera – quando con una carabina ha sparato all'amico della figlia, entrato nella loro abitazione di Olgiate – non voleva uccidere, ma solo spaventarlo e metterlo in fuga. I colpi si sono poi conficcati nel lunotto della Smart del ragazzo, miracolosamente illeso. “Fontana – ha detto l'avvocato Di Marco – è serenamente conscio che l'impatto tra i proiettili e l'auto è stata una conseguenza di una serie di sfortunate coincidenza. Non voleva colpire, né far del male a nessuno”.

Più informazioni su