CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

E Locate non dimentica l’orrore di 15 anni fa: fermi per D’Immè!

Più informazioni su

Toccante cerimonia questa mattina nel paese del comasco dove è stato ucciso il maresciallo dei carabinieri di Como che stava dando la caccia ad un gruppo di spietati rapinatori. La commozione di tutti i colleghi. Tutta Locate Varesino si è fermata questa mattina. In silenzio, a ricordare il sacrificio di un ragazzo della Sicilia – di 30 anni – morto per difendere i suoi ideali, quelli per i quali è entrato a far parte dei carabinieri. Era il 6 luglio del 1996 quando Locate piangeva la tremenda morte del maresciallo Sebastiano D'Immè, in forza al reparto operativo dei militari di Como. Freddato da un gruppo di banditi che, vistisi braccati, non hanno esitato a sparare. Stamane il piccolo paese dove il maresciallo è stato ucciso – e dove una targa nella piazza principale ne ricorda il sacrificio – si è fermato èper ricordarlo. Stessa commozione di 15 anni fa nelle parole del comandante provinciale Giovanni Inghilleri. Che ha ricordato la figura del maresciallo come fulgido esempio da seguire. “Perchè è morto a 30 anni per difendere lo stato ed i suoi ideali – ha aggiunto rivolto anche ai ragazzi presenti – e questo deve essere un esempio per tutti”.

Più informazioni su