CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Tutti contro i ristorni frontalieri “congelati”: da sbloccare subito

Più informazioni su

Lo chiedono comuni di confine, l'assessore Cattaneo e pure i sindacati. Ieri la decisione del Consiglio di Stato ticinese che ha bloccato parte dei 44 milioni di euro destinati ad opere e miglioramenti viari. Comuni, Regione e sindacati. Tutti uniti ed all'attacco della decisione del Consiglio di Stato ticinese che ieri ha deciso di “congelare” la metà dei cosiddetti ristorni dei frontalieri italiani in Svizzera. Ai comuni della zona di confine, molti dei quali si reggono in base anche a questi contributi, dovrebbero arrivare solo 22 dei 44 milioni di euro a disposizione. Il Consiglio di Stato, per la cronaca, si è impegnato a versare il rimanente appena i due governi – italiano e svizzero – riprenderanno il confronto. Oggi, però, tutti sono contro questa decisione di bloccare i ristorni. Cgil, Cisl ed Uil chiedono in tempo breve la ripresa delle trattative tra i due governi, l'assessore regionale alla mobilità Raffaele Cattaneo chiede lui pure di non congelare questi soldi, troppo importanti per tanti piccoli comuni.

Più informazioni su