CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Ora è il medico a dire al paziente se c’è l’esenzione dal ticket

Più informazioni su

I cittadini non potranno più autocertificare il proprio diritto, ma sarà l’anagrafe regionale a comunicare direttamente agli specialisti se la persona ha diritto o meno in base al reddito dichiarato.

Novità importanti per le esenzioni ticket. Entrano in vigore, infatti, nuove modalità di attestazione del diritto di esenzione dal ticket per reddito. Non si potrà più autocertificare questi diritto, ma sarà l’anagrafe regionale ad informare direttamente i medici. Nella nostra provincia sono circa 90mila le persone esenti. I cittadini però non devono allarmarsi, anche perché, al fine di evitare problemi nella fase di avvio delle nuove modalità, Regione Lombardia ha definito un periodo transitorio, fino al 14 settembre, durante il quale, in caso di difficoltà (impossibilità a reperire i dati all’anagrafe regionale o la mancanza dell’attestazione ricevuta mezzo posta) potranno essere utilizzate anche le precedenti modalità. “Non ci saranno disagi per i cittadini – ha spiegato il direttore sanitario della Asl, Tresalvi – con calma si passerà alla nuova modalità, quando sarà l’anagrafe tributaria a decidere sul diritto all’esenzione”. E’ bene precisare che restano in vigore le esenzioni già in atto e solo al momento della loro scadenza, verranno nuovamente verificate dall’anagrafe. In attesa che tutti i dati vengano aggiornati nel sistema informatico – anche se dalla la Regione ha confermato che la maggior parte dei dati comaschi è già stata caricata – valgono le disposizioni nazionali o regionali (anziani sopra i 65 anni con reddito inferiore a 38.500 euro, minori di 14 anni, disoccupati, lavoratori in mobilità o in cassa integrazione). “C’è tutto il tempo per passare con calma al nuovo sistema – ha sottolineato il direttore del dipartimento programmazione, acquisto e controllo, Vittorio Bosio – non serve precipitarsi all’Asl in questi giorni”. A breve le persone che secondo l’anagrafe tributaria hanno diritto all’esenzione ticket, riceveranno direttamente a casa la comunicazione. Nessuna variazione, invece, per gli esenti per patologie.

Più informazioni su