CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Foto compromettenti sul Pc, l’ex allenatore finisce ai domiciliari

Più informazioni su

La vicenda è esplosa a marzo quando il 31enne, residente a Como, è stato raggiunto da un provvedimento del giudice: divieto di allenare ragazzini e di frequentare luoghi con minori. In passato è stato al Sagnino. Altra tegola per l'ex allenatore delle giovanili del Sagnino, 31enne residente in città, sospeso da qualsiasi incarico nei mesi scorsi: nelle ultime ore è finito agli arresti domiciliari dopo che il giudice dell’udienza preliminare di Milano, Luigi Gargiulo, ha firmato l’ordinanza, chiesta dalla direzione distrettuale antimafia a suo carico. L’aggravarsi della posizione dell’uomo ha fatto seguito al controllo dei dati contenuti nel suo pc sequestrato nell’abitazione dell’indagato lo scorso mese di marzo, su mandato della Procura di Como. Nel computer i consulenti hanno trovato file contenenti materiale pedopornografico, oltre a foto di nudo parziale di altrettanti ragazzi scattate direttamente dallo stesso allenatore. E così nelle ultime ore gli agenti della Direzione distrettuale antimafia (è un reato di loro competenza ndr) hanno notificato all’indagato l’ordinanza con la custodia cautelare a casa giustificata sia dai gravi indizi a carico dell’uomo sia dall’elevato rischio di reiterazione del reato.

Lunedì mattina il giudice ha fissato l’interrogatorio di garanzia dell’ex allenatore del Sagnino che si terrà nel palazzo di giustizia di Milano. Fino a ieri nei confronti dell'allenatore delle giovanili era stata emessa una misura coercitiva (da parte del Gip di Como) che gli proibiva di frequentare luoghi in cui ci sono minori e, di conseguenza, di

allenare ragazzini. La vicenda era esplosa lo scorso mese di marzo e faceva riferimento a presunti episodi di molestie e tentata violenza sessuale su giovani calciatori – minori di 14 anni – allenati quando l’indagato si trovava a vestire i colori del Sagnino.

Più informazioni su