CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Assolto immigrato omosessuale: nessuna prova per la violenza

Più informazioni su

La presunta vittima, una bella milanese di 40 anni, lo aveva denunciato nell'agosto scorso. Sosteneva di essere stata portata a casa sua dopo aver chiesto un passaggio: aveva perso il treno. Assolto. Il fatto non sussiste. I giudici di Como hanno creduto al 30enne immigrato senegalese – finito a processo con l'accusa di avere violentato una 40enne milanese, bella presenza, incontrata nell'agosto scorso alla stazione di Como lago. Lei, che aveva perso l'ultimo treno per tornare a casa, a disperarsi, lui a tranquillizzarla e ad offrirle un passaggio in auto. Fino a Mozzate a casa dell'immigrato dove lui, secondo la donna, l'avrebbe portata in casa e cercato di abusare sessualmente di lei. Una vicenda con diversi punti e che il dibattimento ha cercato di dipanare. Il prestante senegalese nell'udienza precedente, interrogato dalle parti, aveva gelato e smontato la versione della milanese:”Sono omosessuale – ha spiegato in aula – e per questo motivo me ne sono dovuto andare dal mio paese”. Facendo intendere che quella sera dell'agosto scorso le cose sono andate in modo differente e che la sua intenzione era davvero quella di dare alla 40enne un passaggio in auto. La Procura, che aveva chiesto per il 30enne arresto e condanna in base a diversi indizi, potrebbe ora far ricorso contro l'assoluzione decisa oggi in aula dai giudici.

Più informazioni su