CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Cantù ci prova, ma il muro di Siena non cede: addio a gara1

Più informazioni su

La Montepaschi domina la prima partita della finale scudetto disputata stasera in terra toscana. Bennet in gara per due quarti, poi ha spento l'interruttore in difesa. Si arrabbia coach Trinchieri. Serata no di Leunen e Micov. Ci ha provato. Anche se per metà gara. Con una percentuale discreta dei tiri da tre e da due. Poi la Bennet Cantù ha alzato bandiera bianca e gara1 della finale scudetto del basket maschile è andata alla Montepaschi Siena (100 – 75 il punteggio finale). Toscani padroni assoluti del campo e per Cantù niente da fare che la resa. Peccato, però, perchè i ragazzi di Trinchieri sono venuti meno proprio in difesa, loro arma segreta fino a questo punto della stagione, vero punto di forza. Stasera difesa così così nei primi due tempi, poi il cedimento. Netto, mentale, quasi una resa. Cosa che ha fatto arrabbiare coach Trinchieri che pretendeva un'altra presenza in campo. Lottare sino al termine.

Invece no. La Bennet non ha dato l'impressione di reggere negli ultimi due periodi. Siena ha controllato e preso il largo. Bennet con Micov e Leunen in serata no. Benino tutti gli altri, da Mazzarino (12) a Markoishvili (14 punti). Da Green a Tabu. Bene anche Ortner con 12 punti. Ma Leunen è stato l'ombra di sè stesso ed è un vero peccato. Ora poche ore di tempo per riguardare gli errori e di nuovo in campo. Lunedì sera, sempre a Siena, c'è gara2. I tifosi di Cantù che stasera hanno seguito la squadra fino a qui sperano in un altro finale.

Più informazioni su