CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Unicredit sbarca sul Lario con aiuti alle piccole e medie imprese

Più informazioni su

Iniziative presentate alla stampa dalla responsabile del gruppo bancario per la Lombardia. Il dettaglio delle opportunità offerte. E da settembre un ciclo di incontri alle imprese che vogliono guardare avanti.

Le piccole e medie imprese hanno, da oggi, un aiuto in più. Ad illustrare le novità che Unicredit propone oggi è stata Monica Cellerino, responsabile del gruppo per la Lombardia. “La crescita del volume di esportazioni del 2010 è stata del 14% in più rispetto all’anno precedente. Anche il volume delle importazioni è in attivo”. Pare anche che le previsioni per la provincia di Como siano migliori di quelle relative ad altre province. Unicredit ha presentato, a partire da questi dati, le nuove proposte che fa ai suoi clienti. Diversi i prodotti dedicati, tra i quali spiccano un prestito per assunzione, per sostenere il rilancio dell’impresa attraverso nuove assunzioni, poi un progetto ricerca, destinato alla realizzazione di prodotti tecnologicamente innovativi, un finanziamento per la ripresa, per la ristrutturazione di immobili e l’acquisto di impianti o macchinari necessari allo svolgimento dell’attività aziendale.

Tutto questo fa parte di un progetto, i cui cinque “pilastri” sono la competitività e innovazione, la ripresa del ciclo produttivo, la sostenibilità e formazione, l’internazionalizzazione (solo il 6 % delle aziende comasche lavora con mercati internazionali) e le reti d’impresa. A proposito di formazione, una vera novità è fornita dalla Business export school che dal 22 settembre prossimo, in sei incontri non consecutivi, offrirà delle vere e proprie “lezioni” alle imprese che desiderano internazionalizzarsi. C’è anche un progetto di formazione, gestito da competenti volontari in cui non si parla dei prodotti della banca, una sorta di “formazione laica” come l’ha definita la stessa Cellerino. Ancora qualche dato: i tempi di risposta per lo small business (imprese fino a 5 milioni di fatturato) sono di sette giorni, con una accettazione dell’89% dei casi, mentre per le imprese con un fatturato tra i 5 e i 50 milioni i tempi di risposta salgono a quindici giorni con il 94% di accettazione.

Più informazioni su