CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il giudice “bacchetta” la direttrice: comportamento antisindacale

Più informazioni su

Lo ha stabilito oggi Barbara Cao, accogliendo il pieno il ricorso presentato dalla Cisl. Una vicenda che trae le mosse dalla denuncia presentata dal segretario provinciale Massimo Corti:"Una minima vittoria". Comportamento antisindacale. Lo ha stabilito oggi il giudice civile di Como Barbara Cao, accogliendo in pieno il ricorso della Cisl contro la direttrice del carcere del Bassone Maria Grazia Bregoli, accusata dalla segreteria provinciale del sindacato di non aver saputo gestire in questi mesi di permanenza a Como la pur difficile struttura penitenziaria di Albate. Da qui anche la denuncia presentata dal segretario provinciale Cisl Massimo Corti al Tribunale civile per il rifiuto che la direttrice avrebbe opposto alla possibilità di usufruire di permessi sindacali durante giorni di ferie del sindacalista. “Che io non ho richiesto – precisa lui – ma è stata lei a mettermi a riposo unilateralmente per tre mesi”.

Questo episodio, sfociato oggi in Tribunale, è il sintomo di una crescente tensione esistente tra polizia penitenziaria e la direttrice. Tanto è vero che la Cisl conferma di aver già chiesto, all'Amministrazione centrale, la rimozione della direttrice dal suo incarico. “E lo faremo ancora – rilancia Corti -. Per noi quella di oggi è una minima vittoria, ma sappiamo che ci aspetteranno altri momentio difficili”. Prima della sentenza di oggi, il giudice del lavoro di Como Beniamino Fargnoli aveva respinto la richiesta del sindacato di censurare il comportamento della direttrice della casa circondariale di Albate. La collega Cao, però, stamane ha accolto l'opposizione subito avanzata dalla Cisl.

Più informazioni su