CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

E lo “Zingaro” telefona in diretta tv:”Non arrestato, sono pulito”

Più informazioni su

Almir Gegic, personaggio chiave per l'accusa, è intervenuto ad un programma di Teleticino. Ha confermatom solo la conoscenza con Bressan per aver giocato assieme. L'ex azzurro attende la chiamata del giudice a Como. “Sono a casa mia in Slovacchia. Non ho ricevuto alcuna comunicazione dagli inquirenti italiani: posso solo dire che non ho nulla a che fare con questa storia”. A dirlo, ieri sera in diretta ad una trasmissione di Teleticino, è Almir Gegic, indagato dalla Procura di Cremona perchè ritenuto coinvolto in pieno nella vicenda del calcio scommesse. Lui, denominato lo “Zingaro” – ex centrocampista del Chiasso – sembra cascare dalle nuvole anche se per gli inquirenti sarebbe un personaggio chiave di questa brutta storia che ha scosso tutto il calcio italiano. Fino a ieri sera, tra l'altro, in molti lo pensavano tra gli arrestati, ma la sua telefonata in diretta ha smentito questa circostanza. Da Gegic solo la conferma di una conoscenza diretta con Mauro Bressan, ex centrocampista azzurro, per aver giocato assieme. “Non conosco né Signori, né gli altri personaggi coinvolti – ha aggiunto ancora il giocatore ex Chiasso. Che poi ha chiuso il suo intervento a Teleticino dicendosi pronto a presentarsi in Italia per chiarire ogni cosa.

Stessa cosa che è intenzionato a fare proprio Bressan che oggi ha incontrato Roberto Vitali, il suo avvocato. Un faccia a faccia per mettere a punto la strategia da seguire in vista dell'interrogatorio di garanzia davanti al giudice. Forse a Como, sicuramente settimana prossima, anche se la data ancora non è stata fissata. “Abbiamo guardato le carte – ammette il legale – e restiamo in attesa di essere chiamati”. Da lui, infine, la conferma che Bressan parlerà dal giudice e cercherà di spiegare la sua posizione.

Più informazioni su