CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il papà difende Bressan:”Ha scommesso si, ma in modo legale”

Più informazioni su

L'uomo, che a Treviso gestisce una trattoria, pronto a giurare sull'innocenza del figlio, da ieri agli arresti domiciliari a Cernobbio. La moglie Simona sotto choc. Ed il legale attende la convocazione del giudice. “Sono pronto a mettere la mano sul fuoco per lui”. Ferruccio Bressan, il papà dell'ex centrocampista del Como Mauro, da ieri agli arresti domiciliari nella casa di Cernobbio per il nuovo filone del calcio scommesse, è il primo a giurare sull'innocenza del figlio. Lo fa da dietro il bancone della trattoria che gestisce con la famiglia a Mosnigo di Moriago (Treviso), proprio dove il ragazzo è cresciuto tirando i primi calci al pallone. Prima di arrivare anche in serie A. Papà Ferruccio non nega che il figlio ha spesso scommesso:”Questo lo sappiamo, l'ha sempre fatto. Ma in modo legale. E le conoscenze che aveva erano del suo ambiente, niente di strano”. “Un bravo ragazzo”, taglia corto il fratello Ivan che è rimasto in queste ore in contatto con la moglie di Bressan, Simona, dalla loro casa di Cernobbio. La donna è rimasta molto scossa ieri mattina dall'arrivo dei poliziotti a casa all'alba. Quasi uno choc per lei. Oggi l'ex centrocampista azzurro ha sentito telefonicamente il suo legale, Roberto Vitali, domani si vedranno faccia a faccia per mettere a punto la strategia difensiva:”La sua è una posizione del tutto marginale, secondaria direi – rilancia Vitali -. Adesso aspettiamo la convocazione del giudice per l'interrogatorio di garanzia”. Ancora non è stato fissato dove si svolgerà, a Cremona oppure per rogatoria al tribunale di Como. Vitali conta di saperlo entro domani. “Andremo a parlare e spiegheremo”.

Ed intanto il Codacons chiede alla Lega Pro di intervenire in modo diretto: annullando tutte le gare incriminate e disponendo la ripetizione delle stesse. “E' uno scandalo che danneggia sopratutto tifosi e scommettitori” precisa il presidente nazionale Carlo Rienzi che poi annuncia il via a possibili azioni risarcitorie a favore delle persone danneggiate.

Più informazioni su