CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Nuova bufera sul calcio: Bressan ai domiciliari per scommesse

Più informazioni su

L'ex centrocampista del Como, che abita a Cernobbio, raggiunto stamane da ordinanza di custodia cautelare per una inchiesta scattata dopo la denuncia della Cremonese. Nomi di spicco tra i coinvolti. Nessuna gara del Como sotto inchiesta. C'è anche Mauro Bressan, 40 anni, ex centrocampista del Como, tra i coinvolti nel maxi-blitz di questa mattina quando il mondo del calcio è stato messo sotto sopra di nuovo dalle scommesse. Bressan, che abita a Cernobbio, è stato raggiunto stamane da una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari – a Cernobbio appunto – perchè ritenuto complice a tutti gli effetti dei responsabili di questo giro. L'inchiesta su presunte puntate di alcune partite, con l'obiettivo di condizionare pesantemente i risultati, ha portato a sedici arresti ed una trentina di persone iscritte nel registro degli indagati. Nomi di spicco del mondo del calcio tra i coinvolti. Ai domiciliari, come per Bressan, anche Giuseppe Signori, ex bomber di Lazio, Bologna e Nazionale. Stesso provvedimento per l'ex centrocampista di Vicenza e Torino Vincenzo Sommese, in carcere invece il portiere del Benevento (ex Cremonese) Marco Paoloni, accusato di aver manipolato pesantemente l'esito di alcune partite della sua ex formazione, somministrando a compagni un potente sonnifero durante l'intervallo di una partita.

Tutto partito da una denuncia presentata dalla Cremonese su alcune gare sospette del campionato, appena concluso, di Lega Pro. Molte le gare finite sotto inchiesta: non ci sarebbero, però, quelle del Como. La società lariana, insomma, risulterebbe del tutto estranea ala vicenda che vede protagonista Bressan.

Più informazioni su